Giacomo CANTELLI

(Roma - 1689 circa)

   
Titolo
Macedonia Epiro Livadia Albania e Lanna
Descrizione
Carta geografica tratta dal "Mercurio Geografico" edito a Roma dal De Rossi. Giacomo Cantelli, nativo da Vignola come egli fa notare nella sua firma, fu il primo cartografo ufficiale della corte di Modena, dal 1685, anno in cui il duca Francesco II lo nominò geografo e conservatore della biblioteca ducale.

Incisione in rame, in ottimo stato di conservazione.
L'Autore
(Vignola 1643 - 1695)
Geografo e cartografo, nato il 22 febbraio 1643 a Montorsello presso Vignola (onde egli si disse poi sempre da Vignola); compiti gli studi umanistici a Bologna, nel 1669, entrò ivi a servizio del marchese Obizzo da Ferrara come segretario, poi passò a Venezia e di là a Parigi, dove strinse rapporti coi maggiori geografi francesi del tempo, il Du Val, Nicola Sanson e specialmente Michel Antoine Baudrand, col quale rimase poi sempre in corrispondenza. Tornato a Bologna, fu per lunghi anni segretario di Rinieri Marescotti; ma, intorno al 1675 o poco dopo, si recò, forse più volte, a Roma, ed entrò in relazione con la celebre officina cartografica dei De Rossi, la quale pubblicò poi la massima parte delle sue carte geografiche. Fra queste (o almeno fra quelle datate), le più antiche sono, per quanto si sa, del 1679 (Terra Santa, Reame di Napoli); del 1680 è una carta dell'Alta Lombardia, altre molte furono pubblicate negli anni seguenti. La sua fama di cartografo si era ormai consolidata, tanto che venne chiamato sia dal papa Innocenzo XI che dal duca di Modena e Reggio Francesco II d'Este, che lo desideravano entrambi come cartografo ufficiale. Scelse la corte di Francesco II, e in novembre 1685 fu nominato geografo di corte. Dal 1686 al 1689 eseguì numerose carte di paesi e territori europei. Costruì di sua mano un mappamondo e un globo celeste, che rimasero esposti per qualche tempo nell'atrio della Biblioteca Estense a Modena. Morì in Modena il 30 novembre 1695. Quasi tutte le carte furono inserite nel Mercurio Geografico, il notissimo atlante pubblicato a Roma dai De Rossi. Nella prima edizione del Mercurio Geografico furono pubblicate 19 sue carte, assieme ad altre del Sanson e del Baudrand. Nel 1692 uscì una seconda edizione in due volumi, che conteneva soltanto lavori da lui eseguiti (88 carte, intagliate al bulino dall'incisore Antonio Barbey). Un elenco di 63 carte del Cantelli fu fatto dallo storico Luigi Vischi nel 1886.
Dimensioni 550 x 470 mm
Codice catalogo ms1140
  Venduta

© 1999-2020 Web site by: Flavio Del Greco and Alvise Felici