Torna alla Home Page
Clicca qui per le Mappe Antiche Clicca qui per le Stampe decorative Clicca qui per i libri Clicca qui per la bibliografia Clicca qui per le Stampe di Antichi Maestri
Cartografia Rara
Mare Nostrum
Cartografia Rara
Titolo:MARE NOSTRUM
Cartografia nautica a stampa del Mar Mediterraneo


Autore:Stefano Bifolco

Editore:Edizioni Antiquarius

Anno:Dicembre 2019

Dati:un volume, 304 pagine stampate a colori su carta R4 Next Satin 150 g delle Cartiere Burgo, formato cm 32x24, copertina rigida con sovraccoperta.

ISBN:978-88-9909376-3-7

Tiratura:Sono stampati 250 esemplari numerati

Prezzo di copertina:    100,00 euro

Acquista:Per ordinare il libro clicca qui


Descrizione

La cartografia nautica del Mediterraneo è un argomento estremamente affascinante, ma al contempo complesso. Affonda le sue radici nel XIII sec., epoca a cui risalgono le prime carte manoscritte del bacino mediterraneo, le cosiddette carte-portolano la cui origine è tuttora misteriosa: sorprendentemente originali e accurate, segnano una rottura completa con la tradizione delle mappaemundi, le cosmografie medievali.

Del resto, la carta nautica aveva anzitutto una funzione pratica, quella di strumento per la navigazione, accanto alla quale progressivamente si svilupparono funzioni secondarie, quali quella informativa-geografica, didattica e, non ultima, quella decorativa. I primi documenti manoscritti sono di fattura italiana, la Carta Pisana e Lo Compasso de Navigare, così come è italiana la prima opera nautica a stampa, L’Isolario di Bartolomeo dalli Sonetti, edito a Venezia nel 1485. Accanto ai centri italiani, erano attivi nella produzione di carte-portolano anche i Maiorchini e i Portoghesi. Con l’avvento della stampa, la carta manoscritta non fu abbandonata, anzi sopravvisse fino al XVII secolo. Italia, Olanda, Inghilterra e Francia furono i Paesi in cui la produzione a stampa, evidentemente legata ai commerci come anche alle esplorazioni, si sviluppò in maniera più consistente.

Tanto per le carte manoscritte quanto per quelle a stampa esistono numerosi studi incentrati, però, o sui singoli centri o “scuole”, oppure su un periodo cronologico determinato. Manca, ad oggi, uno studio complessivo che ripercorra la storia della cartonautica a stampa attraverso i secoli. Di questa lacuna ho personalmente preso atto quando mi è stata sottoposta un’imponente collezione di circa cento splendide carte del bacino mediterraneo, pubblicate tra XVI e XVIII secolo.

L’idea di questa pubblicazione, quindi, nasce dall’esigenza di fornire un catalogo e una visione complessiva della produzione cartografia nautica a stampa del Mediterraneo. Naturalmente, data la vastità dell’argomento, ho dovuto stabilire dei termini cronologici e, all’interno di questi, operare una selezione in merito all’area rappresentate sulle carte. Ho scelto, quindi, di inserire nel catalogo solo le carte generali, ovvero quelle che rappresentano l’intero bacino mediterraneo e non anche quelle parziali del Mar Adriatico, Mar Tirreno e Mar Egeo. È doveroso, però, precisare che alcune carte, soprattutto olandesi, sono spesso tagliate ad oriente. Il catalogo inizia quindi, con la carta di Benedetto Bordone del 1528 e termina con quella di Giovanni Fileti del 1802. In quest’arco temporale, 1528 - 1802, sono oltre 134 le carte a stampa che vengono qui esaminate e descritte.

Il nucleo di partenza, la collezione menzionata, è stato così allargato per includere le carte note in uno o pochi esemplari, conservati nelle biblioteche e nei musei di tutto il mondo. Le opere esaminate sono state divise per “scuola” di produzione: a quella italiana segue la scuola olandese, poi quella inglese e, infine, la scuola francese. All’interno di ogni scuola, le carte sono presentate in ordine cronologico e non per modello cartografico, come inizialmente ipotizzato, soprattutto per le carte olandesi, che costituiscono il corpus principale del catalogo.

Per ogni carta viene fornita una descrizione fisica con l’indicazione – ove note – dei diversi stati e edizioni; una nota biografica dell’incisore, dell’editore o di entrambe le figure, e – ove trattasi di carte pubblicate in atlanti o guide nautiche, un riferimento all’opera generale che la contiene.





CARTOGRAFIA RARA ITALIANA: XVI SECOLO

Titolo:CARTOGRAFIA E TOPOGRAFIA ITALIANA DEL XVI SECOLO
Catalogo Ragionato delle Opere a Stampa


Autori:Stefano Bifolco – Fabrizio Ronca

Editore:Edizioni Antiquarius

Anno:Dicembre 2018

Dati:Tre volumi, 2572 pagine (856+848+868) stampate a colori su carta R4 Next Satin 150 g delle Cartiere Burgo, formato cm 32x24, copertina rigida con sovraccoperta. Cofanetto cartonato rivestito da carta opaca e scatola in cartone ondulato.

ISBN:97888990937613

Collana:Cartografia Rara Italiana

Tiratura:Sono stampati 350 esemplari numerati

Prezzo di copertina:    600,00 euro

Acquista:Per ordinare il libro clicca qui


Descrizione

Sotto il titolo Cartografia e Topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa si è inteso ricostruire una sorta di atlante ideale del secolo XVI, composto da carte particolari e generali dei Paesi del Mondo, cartografia urbana e piante topografiche prodotte nelle tipografie italiane nel corso del Cinquecento.

Un'opera monumentale, attesa da tempo da collezionisti ed appassionati di cartografia antica. Per studiosi ed appassionati del settore la pubblicazione costituisce “il nuovo Tooley”, ovvero l'aggiornamento al saggio Maps in Italian Atlases of the Sixteenth Century di Ronald V. Tooley (1939), rimasto l'unico tentativo di catalogazione delle opere a stampa del ‘500 italiano.

Stampato in tre volumi, per un totale di 2572 pagine, il compendio elenca 1280 differenti carte che, contemplando tutte le diverse edizioni delle stesse, porta il numero totale – usando lo stesso parametro di Tooley – a 2231 opere descritte. Le carte, tutte illustrate, sono corredate da un'accurata scheda descrittiva. Il progetto editoriale, si fonda sull'esperienza nel settore cartografico di Stefano Bifolco, sulla passione di Fabrizio Ronca, e si avvale della consulenza scientifica dei maggiori esperti del settore. L'opera è il risultato di un lungo e minuzioso lavoro di ricerca, consultazione, comparazione di varianti ed edizioni, condotto dagli autori con dedizione tenace e accurata.

A lungo attesa dal mondo scientifico e dai collezionisti di tutto il mondo, l'opera si rivolge non solo ad esperti ma anche a studiosi, bibliotecari, archivisti, che si occupano della catalogazione delle carte, o a semplici appassionati che vogliono conoscere la ricchezza e diversità dell'editoria cartografica italiana.





Titolo:CARTOGRAFIA RARA ITALIANA: XVI SECOLO
L'ITALIA E I SUOI TERRITORI
Catalogo Ragionato delle Carte a Stampa


Autori:Stefano Bifolco – Fabrizio Ronca

Editore:Edizioni Antiquarius

Anno:Febbraio 2014

Dati:404 pagine stampate a colori, formato cm 31,5x24, copertina rigida con sovraccoperta

ISBN:978-88-89637 606

Collana:Cartografia Rara Italiana

Prezzo di copertina:    140,00 euro

Acquista:Per ordinare il libro clicca qui


Descrizione

Il secolo d'oro della cartografia italiana per la prima volta analizzato sotto l'aspetto scientifico delle edizioni e delle tirature. L'opera non è un saggio sulla cartografia italiana del '500 ma un catalogo della cartografia italiana del '500, ovvero un censimento dell'intera produzione italiana a stampa del XVI secolo di carte geografiche d'Italia, sia nazionali che regionali. 151 carte, tutte illustrate, e 328 edizioni diverse descritte. Preceduto da una introduzione sulla nascita della cartografia italiana, i principali centri di produzione, i meccanismi che ne regolavano la pubblicazione, il catalogo, organizzato cronologicamente, si apre con le carte nazionali per esaminare poi quelle delle regioni settentrionali, centrali e infine quelle meridionali.

Ogni carta geografica, corredata da riproduzione fotografica a fronte, è accompagnata da una scheda che fornisce la descrizione fisica della stessa, una sezione storico-critica, l'indicazione dettagliata di tutti gli stati ed eventuali edizioni, nonché un censimento completo di tutti gli esemplari ad oggi noti nella raccolte pubbliche. Chiude il volume, la tavola sinottica degli esemplari censiti, che costituisce il più oggettivo e scientifico indice di rarità della produzione italiana a stampa del XVI secolo di carte geografiche d'Italia. Un'opera che vuole essere il primo catalogo ragionato delle cartografia a stampa italiana sulla penisola. Un aggiornamento del Monumenta Italia Cartographica di Roberto Almagià (1929), e del Maps in Italian Atlases of the Sixteenth Century, di Ronald V. Tooley (1939). Il primo volume di una collana interamente dedicata all'approfondimento delle cartografia rara italiana.


Aggiornamenti

In questa sezione saranno disponibili gli eventuali futuri aggiornamenti, ovvero nuovi esemplari, stati e/o edizioni di cui si possa venire a conoscenza, e che possano modificare, arricchire e completare i dati forniti nel catalogo, o dare conferma degli stati che sono solo congetturati.


Per informazioni

Per ordinare il libro o richiedere informazioni, clicca qui.

info@antiquarius-sb.com
+39-0668802941
facebook

© 2014-2019 - Edizioni Antiquarius - Partita IVA 09749601002


09/03/2020
Emergenza sanitaria legata al Coronavirus
leggi tutto...

Corso del Rinascimento, 63 00186, Roma (Italia) P.IVA: 09749601002  39-0668802941 (Fax 39-0697619193)    info@antiquarius-sb.com